Il Golfo di Napoli è un’insenatura che si estende per numerosi chilometri e che raggruppa tutto il territorio che va da Monte di Procida a Punta Campanella. Tra questi due punti, quindi, si sviluppano a loro volta il Golfo di Pozzuoli, tutte le province napoletane e il litorale vesuviano, la Costiera Sorrentina e le isole di Capri, Ischia e Procida. Inutile dire che stiamo parlando di una fascia litorale super attiva che conta diversi porti turistici e commerciali con opere marittime annesse. Lo scenario complessivo ha un unico protagonista ed è il magnifico profilo del Vesuvio, seguito a sud dai Monti Lattari e dal Monte Epomeo sull’isola di Ischia. Tralasciando le tre isole flegree, il Golfo di Napoli include altre numerosissimi isolotti che costituiscono una gran parte dell’arcipelago campano.
La città di Napoli dona il nome a questo immenso golfo delle meraviglie ed è sul mare che mostra i suoi monumenti più caratteristici e il suo invidiabile lungomare. Di medesimo splendore sono le isole di Ischia e di Procida: la prima è un vero e proprio centro di benessere per la presenza delle sue famose acque termali e la seconda, con la sua particolare architettura e le sue case colorate che si affacciano su Marina Grande, si presenta come un paesaggio da cartolina.